Giuseppe Musmeci nasce a Milano nel 1947. Sviluppa presto un forte interesse per l’attività del padre, che conduce una piccola tipografia. Dopo la scomparsa di quest'ultimo, Giuseppe decide di proseguire l’attività di famiglia aggiungendo però nuovi obiettivi: trasformare una piccola tipografia in una vera e propria azienda fatta di persone, passione e grandissima competenza. Pochi ingredienti fondamentali che sono la ricetta di un successo tutto italiano: Giuseppe Musmeci e Fontegrafica diventano un punto di riferimento per la “Bella Stampa” made in Italy, anche a livello internazionale. Ricerca, sperimentazione, competenza tecnica sono infatti i punti cardine, il valore aggiunto che distingue l’azienda fin dagli esordi e ne fa una case history di successo. I riconoscimenti, quelli importanti, anche dall’estero, non tardano: il Premio Sappi Printer of the Year, che ogni anno vede l’azienda protagonista, spesso per ricevere i premi più importanti. Successi che vengono condivisi con tutto il team di professionisti che fanno di Fontegrafica una squadra unica.

Alle soglie del 2000 l’azienda ha un organico di circa 50 persone, in controtendenza con il mercato - soprattutto nei campi di editoria e stampa, sotto stress per crisi economica e cambiamenti tecnologici legati al digitale - Fontegrafica investe in R&D (ricerca e sviluppo) e si concentra in modo mirato e consapevole in settori merceologici in cui l’altissima qualità di stampa ha un valore fondamentale: moda, design, arte, made in Italy industriale d’alta gamma. Investimenti e impegno che vengono premiati dal mercato oltre che dalla “creative community”, che vede in Fontegrafica un partner essenziale.

La stessa visione ad ampio raggio guida anche l’attenzione ai giovani: le porte di Fontegrafica sono notoriamente aperte a studenti e scuole. Musmeci stesso diventa docente per corsi di laurea e master nelle più note università milanesi. Lo sguardo al futuro, l’impegno per la ricerca, è tangibile attraverso numerose iniziative ed eventi, primo fra tutti il Calendario Fontegrafica, vero laboratorio tecnico creativo per designer e per l’azienda stessa, appuntamento annuale atteso da clienti e amici in Italia e non solo.

Giuseppe Musmeci viene a mancare nel novembre 2011: a suo figlio Corrado il passaggio di consegne e la responsabilità del futuro della tipografia. La volontà di Corrado è fin da subito quella di ricordare suo padre con quanto stava più a cuore a Giuseppe: con la collaborazione dell’Associazione Culturale Studi Grafici, di cui Fontegrafica è partner da anni, nasce il Premio Giuseppe Musmeci, concorso rivolto ai giovani per la creazione di un prodotto che unisca estetica eleganza e ricerca creativa. Quelle stesse caratteristiche che hanno definito il lavoro e la personalità di Giuseppe Musmeci.